Volontariato, presentazione del libro “Ascoltare per sentire”

Castiglione del Lago, 15 gennaio ’20 – L’ascolto come relazione a due fatta di storie che si incontrano e che si scontrano, che si attorcigliano per poi ritornare al mittente trasformate.

Di questo si occupa il libro “Ascoltare per sentire”, curato da Maria Grazia Giannini e Stefania Lanaro, che sarà presentato a Castiglione del Lago presso Libri Parlanti venerdì 17 gennaio alle ore 17. “La cosa più complicata – spiega Giannini – per un ascolto davvero costruttivo è prendere consapevolezza che questo ci porterà comunque al cambiamento di qualcosa nella nostra vita e nel nostro porci in relazione. E questo spesso spaventa, è molto più facile e meno doloroso continuare con lo stesso schema che ci siamo creati seguendo i modelli acquisiti o quelli imposti da questa società che far emergere ciò che davvero siamo” Ascoltare presuppone dunque la presenza dell’altro, l’interlocutore non-me che con la sua storia privata e personale ascolta il nostro pensiero verbalmente espresso per rispondere soggettivamente alla nostra storia. Ma ascoltare è anche sentire, sensazioni che il corpo ascolta come movimenti, vibrazioni, emozioni, presenze di assenze, ascolti vissuti all’interno del contenitore pelle. Il volumetto che sarà presentato venerdì, edito da Cesvol Umbria all’interno della collana i Quaderni del volontariato 2019, racconta di questi ascolti che nella relazione tra soggetti diventano sentire, emozione e nuove storie da raccontarsi.